La donna che visse per un sogno di Maria Rosa Cutrufelli

ladonnachevisseperunsognoJPG

Maria Rosa Cutrufelli è una scrittrice e giornalista italiana contemporanea di origine siciliana: “sono nata in una ex-colonia araba” dichiara nel suo blog sul Fatto Quotidiano. Impegnata nel movimento femminista, scrive romanzi, racconti, conduce inchieste, scegliendo sempre il punto di vista delle donne perché è quello di chi “anche nella propria terra, anche nella propria casa, può sentirsi in esilio, straniera e nemica”. Ha ideato e organizzato a Roma la prima fiera del libro a firma femminile e ha insegnato “Teoria e pratica della scrittura creativa” presso l’Università La Sapienza di Roma.

LA DONNA CHE VISSE PER UN SOGNO”, Frassinelli 2004

La donna che visse per un sogno è Olympe de Gouge, autrice della “Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina”. Siamo nel 1793, nella Francia della Rivoluzione e, attraverso le sue parole e quelle di chi la conosce e le vive accanto, viene ricostruita la sua figura di donna intrepida, condannata a passare in carcere gli ultimi 4 mesi della sua vita. Ho sempre pagato un prezzo molto alto per poter dire le parole che vanno dette. Sotto il vecchio regime e sotto il nuovo. Sono stata derisa, temuta, avversata sostiene; e scrive: lascio la mia onestà agli uomini, che ne hanno bisogno, la mia anima alle donne e il mio genio creatore agli autori drammatici a cui senz’altro tornerà utile. È un bel romanzo corale che aiuta a comprendere l’atmosfera tumultuosa della Parigi rivoluzionaria, il coraggio e le contraddizioni di una donna in anticipo sui suoi tempi.

mariarosacutrufelli

  • Copertina flessibile: 340 pagine
  • Editore: Sperling & Kupfer (26 febbraio 2008)
  • Collana: Frassinelli Paperback
  • Lingua: Italiano
Print Friendly