GALA COX di Raffaella Fenoglio

GALA copertina con scritte

Volete leggere qualcosa che vi avvilupperà e vi terrà col fiato sospeso immergendovi in una realtà non realtà, fra il magico e l’attuale?

Il vostro libro è il romanzo scritto da una socia di P.E.N.E.L.O.P.E., Raffaella Fenoglio, da poco pubblicato:   “Gala Cox e il mistero dei viaggi nel tempo” Fanucci editore.

Vi misurerete con una fantasia sfrenata e avvincente.
Con pennellate secche, decise e minuziose Raffaella Fenoglio tratteggia personaggi ben delineati e crea un’atmosfera che , catturandovi, vi farà entrare dentro al racconto, “costringendovi” a viverci dentro.
Romanzo ricco di riferimenti storici e culturali di ogni genere, intrecciati con leggiadria nel discorso della trama.
Attraverso lo scorrere dei fatti narrati si fotografa un mondo giovanile al quale l’autrice si accosta con rispetto e delicatezza,  cogliendone  contraddizioni e problematiche, percorsi spesso dolorosi verso la ricerca del proprio autentico sé. E’ un mondo  giovanile anticonvenzionale  ripulito da stereotipi diffusi, che ama i genitori, che  vuole studiare anche se con  qualche sacrificio e difficoltà, che sfida l’avventura e il pericolo in nome  dell’amicizia vera e del  volere autenticamente bene.
La protagonista: Gala Cox, per crescere, dovrà approdare alla consapevolezza attraverso il profondo e l’oscuro.
Tutto il romanzo è costellato di metafore e similitudini originali. A cascata.

Non vi annoierete. Garantito.

SLIDES ILLUSTRAZIONI GALA (3)

Guardai lungo il marciapiede di quella via elegante.
Se fossi scappata ? Avrei potuto mettermi a correre a perdifiato.
Sicuramente  lord Van de Brok non mi avrebbe rincorso. Così come di sicuro mi avrebbe ritrovato, con calma. Sapeva dove abitavo, con chi. Inoltre, riflettei, era l’unico ad avere una cognizione, seppur minima,di come farmi tornare a casa.
Se  scappi non capisci. Era una massima di Matunaaga.
Massima che mi calzava a pennello, in una giornata come quella.
Lui non sarebbe stato d’accordo se fossi scappata. Avrebbe chiuso gli occhi e scosso la testa per dissentire.
Non pensarci troppo, metti un piede davanti all’altro ed entra in quella casa, pensai. Dimostrati coraggiosa una volta tanto .

MATUNAAGA

Buio, caldo umido, silenzio.
Ero sola.
L’aria era spessa. Densa. Dovevo spingermi in avanti esercitando una certa forza. Come se mi muovessi in un elemento liquido. Sudavo. Per lo sforzo. Per la Paura.
Mi si piegarono le ginocchia. Strinsi la torcia nella mano destra. La diressi verso l’interno. Altro buio.
Non amavo il buio. In quello assomigliavo a mia madre.
Matunaaga mi aveva portato fino all’imboccatura. Da lì in poi si doveva procedere senza accompagnatori.
La Grotta di Mirra. Quello era il nome del posto.

Maria Pia Urso

GALA COX su facebook

  • Copertina rigida: 496 pagine
  • Editore: Fanucci (2 ottobre 2014)
  • Collana: Narrativa Ya
  • Lingua: Italiano

Quote GALA COX (6)

 

 

Di seguito altre recensioni

Print Friendly