Il quaderno di Maya di Isabelle Allende

ilquaderrnodimaya

“Sono numerosi i temi che ricorrono in tutti i miei libri: l’ossessione per la giustizia e per la libertà personale, le donne forti, i padri assenti, l’amore passionale, la solidarietà fra donne, la violenza, la morte e l’amore, le questioni sociali e quelle politiche.”

Questa, attraverso le sue stesse  parole, la presentazione di ISABEL ALLENDE, scrittrice cilena contemporanea.

20 libri tradotti in 35 lingue, più di 65 milioni di libri venduti, dottorati, premi, adattamenti dei suoi romanzi al cinema e al teatro ed infine la creazione della Fondazione Isabel Allende dedicata all’aiuto alle madri e ai bambini cileni e non solo.

Una settimana fa, all’aeroporto di San Francisco, la nonna mi abbracciò senza piangere e mi ripeté che, se avevo minimamente a cuore la mia esistenza, non dovevo mettermi in contatto con nessuno finché non avessimo avuto la certezza che i miei nemici non mi cercavano più … Mi consegnò un quaderno con cento pagine perché tenessi un diario della mia vita…Penultimo libro dell’autrice, Il quaderno di Maya è la storia di una ragazza americana che, in fuga da una situazione di degrado e di pericolo in patria, viene letteralmente spedita e nascosta su una sperduta isoletta al largo delle coste cilene.  Lì Maya compie un doloroso percorso a ritroso nella sua vita e in quella della sua famiglia e, attraverso il silenzio e la solitudine, il contatto con persone e cose semplici e autentiche, riesce lentamente a ricostruire la propria esistenza.

isabelleallende

  • Copertina flessibile: 398 pagine
  • Editore: Feltrinelli (30 novembre 2011)
  • Collana: I narratori
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8807018683
  • ISBN-13: 978-8807018688
Print Friendly