Archivio tag: Amilca Ismael

Effimera Libertà di Amilca Ismael

Effimeralibertà

Effimeralibertà Effimeralibertà

Effimera libertà è la libertà che Ruth pensa di aver conquistato abbandonando l’Africa in cambio di istruzione.

I cieli del suo paese, la luce, gli spazi, la pace, il colore e il sapore dell’aria, la nostalgia  dei rapporti autentici ed empatici vissuti nella sua terra, sono dentro di lei mentre viene avviata alla carriera di escort. Dapprima ignara e fiduciosa, e poi sempre più consapevole del cinismo e dell’abiezione che la circondano, del calcolo che ha portato il padre a venderla nella totale indifferenza per la sua sorte, Ruth non ce la fa e soccombe al male che la circonda e che ha ucciso in lei ogni speranza di sopravvivenza. È una storia molto triste, purtroppo realistica, che ci fa sentire colpevoli di appartenere a quel mondo che, in forme diverse, ma non per questo meno gravi, continua da secoli a sfruttare il continente africano.

“La verità è che ho lasciato alle spalle il paradiso africano per piombare negli abissi europei.”

AmicaIsmaeljpg

Il racconto di Nadia di Amilca Ismael

Ilraccontodimadia

Nadia vive da anni in Europa e ogni tanto torna in Mozambico, al villaggio natale, dove vive la sua famiglia accanto alle sorelle e ai  fratelli nati dal secondo matrimonio del padre, uomo di religione musulmana e di rigidi principi.

Le due mogli,  Elisabeth e Zubaida, dopo anni di sofferenza e rivalità, hanno trovato un’intesa, una sorta di fratellanza e i loro quindici figli costituiscono ormai una sola grande famiglia.

“Il racconto di Nadia” si snoda a partire da un unico centro narrativo, una lunga e toccante conversazione tra la protagonista e la madre Elisabeth durante uno dei loro rari incontri, all’ombra del mafura,  l’albero prediletto.

Un racconto che è un vero e proprio invito a visitare una terra martoriata, in un primo tempo dalla colonizzazione portoghese e poi, una volta raggiunta l’indipendenza nel 1975, da una guerra fratricida tra le più orribili del secolo appena trascorso. Guerra terminata con un accordo di pace siglato a Roma nel 1992, grazie alla mediazione paziente e tenace della Comunità di Sant’Egidio.

Un paese martoriato e bellissimo.

Continua a leggere